LA BUFALA DEGLI ESTREMISTI ISLAMICI CHE DETURPANO CON L’ACIDO UNA DONNA A LONDRA

Postato il Aggiornato il

mattino-donna-acido-faccia-islamici-inghilterra-bufala-piccoloLA BUFALA DEGLI ESTREMISTI ISLAMICI CHE DETURPANO CON L’ACIDO UNA DONNA A LONDRA PERCHÉ CONSIDERATA IMMORALE OPPURE TROPPO OCCIDENTALIZZATA

Il 5 e il 10 febbraio 2013, il mattinonline e il Mattino della domenica della Lega dei ticinesi, pubblicano l’articolo di una donna inglese deturpata con l’acido da estremisti islamici la sera del 30 dicembre 2012.

Il giornale leghista ci informa che la donna, Naomi Oni è rimasta vittima di una “prassi comune” in alcuni paesi islamici per la donna che rifiuterebbe i matrimoni combinati o che è troppo “occidentalizzata”. Al Mattino suggeriscono che le famigerate ”ronde islamiche” londinesi, che secondo loro controllerebbero interi quartieri, avrebbero potuto punirla per via del suo lavoro in un negozio di Lingerie (intimo femminile di marca) oppure per aver scelto il fidanzato “sbagliato”.

Mattino della domenica del
Mattino della domenica del 10.02.2013

Ecco un’altra classica bufala del Mattino della Lega dei ticinesi. 

In fondo all’articolo del mattinonline si sostiene di ever preso queste informazioni da un articolo del Dailymail del 1 febbraio 2013: http://www.dailymail.co.uk/news/article-2271921/Naomi-Oni-Victorias-Secret-worker-scarred-life-niqab-wearing-attacker-threw-acid-face.html#ixzz2K2CzRfCx

Peccato che nell’articolo stesso del Dailymail, si sostiene soltanto che l’aggressore (uomo o donna che sia) indossava il Niqab (velo islamico che lascia intravvedere solo gli occhi), ma in nessuna parte dell’articolo si accennava né all’Islam, né al fondamentalismo o estremismo, neppure a fantomatiche “ronde islamiche”, men che meno a paesi islamici o matrimoni combinati o altro ancora. Niente di niente di quello che sostiene il giornale leghista.

 

Mattinonline del 05.02.2013
Mattinonline del 05.02.2013

In poche parole al mattinonline conoscevano già l’appartenenza religiosa dell’autore (islamica), l’appartenenza a un gruppo specifico estremista che si diverte a fare le ronde tutte le notti, possibilmente asiatici pakistani o del Bangladesh, conoscevano pure il possibile movente (matrimonio combinato o troppo “occidentalizzata”). Purtroppo, secondo il mattinonline, anche con tutte queste importanti informazioni sarebbe stato quasi impossibile trovare il colpevole e ci fa la “paternale” invitando tutti a “riflettere prima di accusare di ignoranza e razzismo” coloro che vogliono vietare il burqa in Europa o in Ticino.

Grazie a Dio, Scotland Yard (la polizia londinese) sa fare il suo lavoro anche senza i consigli del mattinonline. Infatti scoprono che la persona sotto il Niqab si chiama Mary Konye, ha 21 anni, studentessa universitaria ed ex amica della vittima, non è musulmana, aveva il movente dell’odio e della gelosia, aveva postato sul profilo facebook le immagini di facce deturpate (Freddy Kruger) il giorno stesso dell’aggressione con lo status “chi sembra un mostro ora?”, inoltre aveva già minacciato di deturpare la rivale con l’acido in faccia e sapeva che la vittima era rimasta molto impressa dalla storia di un’altra ragazza inglese (Katie Piper) attaccata con l’acido dal suo ex ragazzo nel 2008. Sembra anche che avesse chiesto ad una studentessa musulmana dove si potesse comprare un niqab.

Il processo è ancora in corso in un tribunale inglese (“Snaresbrook Crown Court”) e lo stesso Dailymail (la fonte che il mattinonline cita ma non segue) sta seguendo il processo passo per passo, dove le utlime informazioni sono che Mary Konye ha ammesso di essere la donna con il niqab del video nel CCTV, ma nega di aver versato l’acido in faccia alla vittima Naomi Omi. Ecco il link all’ultimo sviluppo in data 10 gennaio 2014: http://www.dailymail.co.uk/news/article-2536892/Attacker-wanted-acid-girl-raped-asked-Muslim-students-buy-niqab.html

In Conclusione.
Il mattinonline della Lega dei ticinesi si inventa di sana pianta che gli autori del crimine sono degli estremisti islamici motivati dalla religione e sostiene che sarà impossibile, o quasi, scoprire i loro nomi per colpa del burqa che copre il volto.
Al contrario, la polizia londinese scopre che sotto il burqa (o niqab) c’era una ex amica, non musulmana e motivata da odio o invidia. Per dire la parola fine bisognerebbe aspettare la fine del processo, ma le informazioni attuali sono sufficienti per definire la versione del mattinonline come una bufala vera e propria.

Quanto dobbiamo ancora “riflettere prima di accusare di ignoranza e razzismo” certa gente?

Annunci

3 pensieri riguardo “LA BUFALA DEGLI ESTREMISTI ISLAMICI CHE DETURPANO CON L’ACIDO UNA DONNA A LONDRA

    […] affermazioni erano delle pure invenzioni in questo articolo del 18 gennaio 2014 su facebook  e poi inserito sulla nostra pagina […]

    Thierry ha detto:
    19 marzo 2014 alle 00:53

    Fate proprio un ottimo lavoro, avete tutto il mio appoggio! L’unico dettaglio che posso rimproverarvi è che usate i termini “giornale” e “giornalisti” per quanto riguarda i razzisti xenofobi del mattino e le loro pubblicazioni… È un insulto al giornalismo 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...