LA BUFALA DELLA DONNA ARRESTATA CON LA BANDIERA BRITANNICA

Postato il Aggiornato il

mattino-donna-britannica-incinta-arrestata-bandiera-inglese-offende-islam-bufala-piccoloLA BUFALA DELLA DONNA INCINTA CHE CAMMINAVA CON LA BANDIERA BRITANNICA E ARRESTATA SOLO PERCHÈ OFFENDEREBBE I MUSULMANI

Il 28 maggio 2013, il giornale online del Mattino della Lega dei Ticinesi, pubblica la notizia di una donna inglese incinta che viene arrestata dalla polizia e condotta in caserma solo perché camminava per le strade di Oldham (una città nella provincia di “Greater Manchester”, in Gran Bretagna) con la bandiera britannica (chiamata “Union Jack”). Secondo il giornale leghista, questa bandiera avrebbe offeso dei musulmani e la polizia britannica la avrebbe arrestata di conseguenza.

La notizia sul mattinonline mostrerebbe un video che però è stato rimosso nel frattempo, comunque ne ho trovato un altro identico in questo link.

Questa notizia è solo un’altra bufala anti islamica di quel giornale.

La storia era diventata virulenta sui blog anti islamici inglesi e per questo motivo la Gazzetta di Manchester è andata a parlare direttamente con il capo superintendente della polizia di Greater Manchester, Catherine Hankinson (ecco il link al loro articolo).

mattino-donna-britannica-incinta-arrestata-bandiera-inglese-offende-islam-bufalaCatherine Hankinson ha spiegato al giornalista che quel giorno (25 maggio) c’era un gruppo di persone che gridava sventolando bandiere nel centro di Oldham. Alcune bandiere avevano delle scritte che provocano i passanti, risultando in tensioni e alcuni incidenti minori. I poliziotti sul posto hanno ritenuto che alcune azioni rovinavano la coesione sociale. Questo era il caso della donna nel video, che aveva due diverse bandiere, una solo l’union jack (la bandiera britannica) e un’altra con una scritta offensiva, che purtroppo non sappiamo cosa dicesse e neppure se era contro i musulmani oppure gli stranieri o qualsiasi altra categoria, ma che si può intravvedere nel fotogramma finale del video, ingrandito nell’articolo della Gazzetta di Manchester.

In realtà il capo della polizia ha affermato che la donna non era incinta, non è stata arrestata e che alla fine aveva compreso che una delle sue bandiere era offensiva e per questo è stata rimossa, mentre ha potuto riavere indietro la bandiera britannica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...